top of page

La figura professionale del Business Coach

In questi giorni molte persone mi chiedono: "ma cosa fa un Business Coach?".

Il Life Coach ed il Business Coach sono figure professionali ancora poco conosciute in Italia, ma di grande aiuto per le aziende, professionisti e privati.


ll Business Coach è un consulente o meglio denominato trainer esistenziale che fornisce gli strumenti e il metodo più adeguato per realizzare progetti di sviluppo personale e aziendale, stimolando le motivazioni per procedere.


Si affianca al cliente o al team di lavoro per trovare le soluzioni più idonee nei tempi più brevi. Il coach valuta i punti di forza del singolo individuo o del team per fornire strumenti idonei a sviluppare potenzialità affini o far scoprire nuove abilità per migliorare processi relazionali e comunicativi.


Gli strumenti e il metodo per individuare e raggiungere i propri obiettivi, sia nella vita privata, che professionale (manager, professionisti, imprenditori, gruppi di lavoro) vengono identificati attraverso incontri singoli o di gruppo.


Il Business Coach lavora con persone e team sulle resistenze al cambiamento, sviluppa l'autostima, il potenziale e le competenze del saper fare e saper diventare per raggiungere gli obiettivi prefissati.


Ecco alcuni dei punti chiave su cui un business coach potrebbe lavorare con i propri clienti:

  1. Definizione degli obiettivi: aiutare i clienti a definire gli obiettivi aziendali a lungo termine e a creare piani d'azione per raggiungerli.

  2. Pianificazione strategica: aiutare i clienti a sviluppare e attuare una strategia aziendale efficace per raggiungere gli obiettivi.

  3. Leadership e gestione del team: aiutare i clienti a migliorare le loro capacità di leadership e gestione del team per ottenere il massimo dai loro dipendenti.

  4. Problem solving e decision making: aiutare i clienti a sviluppare capacità di problem solving e decision making efficaci per prendere decisioni aziendali importanti.

  5. Comunicazione efficace: aiutare i clienti a migliorare le loro capacità di comunicazione interna ed esterna per stabilire relazioni efficaci con i dipendenti, i clienti e i fornitori.

  6. Finanza e contabilità: aiutare i clienti a comprendere le basi della finanza e della contabilità aziendale per prendere decisioni finanziarie informate.

  7. Marketing e vendite: aiutare i clienti a sviluppare strategie di marketing e vendita efficaci per aumentare le entrate dell'azienda.

  8. Sviluppo personale: aiutare i clienti a sviluppare le loro capacità personali e professionali per migliorare la loro efficacia come leader aziendali.


Il coach non è un terapeuta: non fornisce una diagnosi sulla personalità, non si focalizza sui disagi e sul passato, ma è orientato agli obiettivi, al futuro e all’azione. Il coach non è un counselor: non fornisce un aiuto riorientando il cliente che ha problemi e approcci personali inefficaci, ma è un partner che è in grado di supportarlo a far emergere il suo potenziale. Il coach non è un mentore: non si pone in una posizione di riferimento e modello attraverso il suo esempio a riguardo di una determinata prassi operativa.


Il business coach si può considerare un “alleato” del suo “coachee” (persona che riceve il servizio di coaching).

Il coach fa in modo che il cliente stesso sia in grado di trovare in sé le risorse per raggiungere gli obiettivi attraverso proposte volte a l'autoriflessione.

Il coach fa emergere le competenze e le potenzialità presenti in ciascun individuo, generando consapevolezza, senso di responsabilità e fiducia in se stessi. L’assunzione di responsabilità da parte del coachee è un elemento essenziale che rende il coaching particolarmente efficace.



Andrea Zagato Business Coach e Life Coach Milano
Andrea Zagato Business Coach Milano

Comments


Quello che le parole non dicono

Andrea Zagato Coach Instagram

Avvisami quando esce un nuovo articolo

Grazie per l'iscrizione!

bottom of page